Ebook Cesare Beccaria

 

Biografia ed opere di Beccaria

beccaria-ebook

Cesare Beccaria nacque a Milano nel 1738. È stato un giurista, economista e scrittore. La sua fama di letterato è legata al trattato che ebbe molto successo in Europa, in quanto fu commentato anche da Voltaire, dal titolo “Dei delitti e delle pene”, nel quale parla dei delitti e quindi delle pene da infliggere: il delitto è inteso come una violazione dell’ordine sociale  e la pena come una difesa di quest’ordine. La pena di morte deve essere sostituita dai lavori forzati che sono considerati il giusto modo per risarcire la società dai danni provocati. Nel 1766 il trattato fu messo all’Indice dei libri proibiti.
Laureatosi in giurisprudenza, ebbe rapporti con i fratelli Verri con i quali fondò l’Accademia dei Pugni e realizzò la rivista Il Caffè.

 

 

Scarica i libri e le opere di Beccaria

Potrete scaricare con veloce e gratuito download alcune delle opere più famose del celebre scrittore illuminista Cesare Beccaria cliccando il link "Download diretto".
Con "Libri gratuiti" avrete accesso ad un elenco dei più affidabili e famosi siti web che permettono il download free di ebook ovviamente "legali". Tutti i libri elettronici sono in formato ePub, PDF, DOC, mobi pocket, RTF ed anche il classico TXT. Tutti questi formati permettono la lettura gratuita su vari dispositivi come ebook-reader, PC computer desktop, iPad e iPhone Apple, tablet Android e smartphone abilitati. Online è possibile anche trovare tool per convertire i formati fra di loro per una maggiore compatibilità.
Cliccando invece libri a pagamento avrete a disposizione una lista che contiene alcuni dei più economici e sicuri portali web specializzati nella vendita di libri digitali.

 

 

beccaria-libri

Download diretto

libri-gratis libri-online

Libri gratuiti          Libri a pagamento

 

- dei-delitti-e-delle-pene-cesare-beccaria.pdf
- della-commedia-beccaria.pdf

 

Le altre opere di Cesare Beccaria

Del 1770 è “Ricerche intorno alla natura dello stile” in cui si parla della necessità di abbandonare la consuetudine di uniformare lo stile delle opere alle norme tradizionali, in favore di un’indagine filosofica sull’essenza dell’opera.
Si trasferì per un breve tempo a Parigi, per poi tornare a Milano ed insegnare economia politica all’università. Morì nel 1794. Postumo uscì “Elementi di economia politica”.

FacebookTwitterDiggStumbleuponGoogle BookmarksLinkedinPinterest